ATAC, SITUAZIONI VECCHIE E NUOVE CHE SI INTERSECANO

DI MARINA POMANTE La vicenda Atac sta diventando un vero ginepraio dal quale parrebbe proprio sia complesso trovare una soluzione snella che contenti tutti. Nelle ultime ore è stato posticipato in autunno il referendum del 3 giugno… Martedì l’Aula Giulio Cesare è stata teatro di una bagarre tra i dipendenti della municipalizzata del Tpl di …

Sorgente: ATAC, SITUAZIONI VECCHIE E NUOVE CHE SI INTERSECANO

Annunci

ATAC: GIORNATA INFUOCATA NELL’AULA GIULIO CESARE

DI MARINA POMANTE Ieri l’Aula Giulio Cesare si é infiammata. Durante l’assemblea capitolina straordinaria su Atac, decine di lavoratori della municipalizzata del Tpl di Roma e di Corpa, società che gestisce la manutenzione dei mezzi, hanno dato vita ad una rumorosa protesta gridando slogan, indossando salvagenti, urlando contro la maggioranza M5S, “vergogna, buffoni”, inneggiando ad …

Sorgente: ATAC: GIORNATA INFUOCATA NELL’AULA GIULIO CESARE

TRATTATIVA STATO-MAFIA: DELL’UTRI, MORI, DE NONNO, CONDANNATI, ASSOLTO MANCINO

DI MARINA POMANTE Si è finalmente conclusa la vicenda Stato-mafia e il tribunale di Palermo ha emesso le sentenze relative agli imputati coinvolti, decidendo per varie pene detentive che vanno dagli 8 ai 28 anni di reclusione. A Mario Mori e Antonio Subranni, ex vertici del Ros (Raggruppamento operativo speciale) e all’ex senatore di Forza Italia, Marcello …

Sorgente: TRATTATIVA STATO-MAFIA: DELL’UTRI, MORI, DE NONNO, CONDANNATI, ASSOLTO MANCINO

SIRIA: ATTACCO CONGIUNTO USA-FRANCIA-GRAN BRETAGNA

DI MARINA POMANTE A una settimana dagli attacchi con gas chimici di Douma, il presidente americano Donald Trump in diretta televisiva, alle 21 ora di Washington (le 3 ora italiana), ha annunciato che gli Usa assieme a Francia e Gran Bretagna hanno lanciato una serie di bombardamenti in Siria. “Il nostro obiettivo è distruggere le …

Sorgente: SIRIA: ATTACCO CONGIUNTO USA-FRANCIA-GRAN BRETAGNA

LEGA: ANCHE CAMBIANDO LA LEADERSHIP, IL “TESORETTO” DI BOSSI E’ TORNATO UTILE

DI MARINA POMANTE Sono passati cinque anni da quando Bossi lasciò la guida della Lega per cedere il ruolo di comando a Roberto Maroni, usò una frase ad effetto in quel contesto: “Ho fatto come Salomone, non ho voluto tagliare a metà il bambino“. Una scelta per proteggere in qualche modo tutto il lavoro fatto, …

Sorgente: LEGA: ANCHE CAMBIANDO LA LEADERSHIP, IL “TESORETTO” DI BOSSI E’ TORNATO UTILE

TAX RULING. GLI ACCORDI PER TASSE IRRISORIE ALLE MULTINAZIONALI

DI MARINA POMANTE – Esistono accordi riservati che il Governo stipula con le grandi aziende, concedendo così a queste multinazionali di ottenere importanti abbattimenti sulle tasse da versare. Il nostro Paese, di questi accordi ne conta ormai, almeno 78, piazzandosi così solo dietro a Belgio Lussemburgo e Olanda. Ma tale materia sembrerebbe piuttosto ignorata dal …

Sorgente: TAX RULING. GLI ACCORDI PER TASSE IRRISORIE ALLE MULTINAZIONALI

40 ANNI SENZA ALDO MORO

DI MARINA POMANTE Una figura che ha attraversato da protagonista la seconda metà del secolo scorso, un uomo e un politico italiano, mai sopra le righe, per la sua attività nel Partito e nella vita. Cattolico con un occhio rivolto al comunismo e allo Stato sociale, Aldo Moro, lo statista che avrebbe potuto insegnare molto …

Sorgente: 40 ANNI SENZA ALDO MORO

PROCESSO D’APPELLO A “MAFIA CAPITALE”. L’AVVOCATO DELLA DIFESA ATTACCA MAGISTRATI E GIORNALISTI

DI MARINA POMANTE Gli inizi L’indagine “mafia capitale” inizia nel 2011 e porta alla luce il cosiddetto “Mondo di mezzo”. Il procuratore Giuseppe Pignatone, indaga su presunte attività criminali di diverse persone sul territorio romano. Emergerà una vera associazione mafiosa tesa al controllo di finanziamenti pubblici e appalti del comune di Roma e delle Aziende …

Sorgente: PROCESSO D’APPELLO A “MAFIA CAPITALE”. L’AVVOCATO DELLA DIFESA ATTACCA MAGISTRATI E GIORNALISTI

Di Maio attacca De Luca Jr:” Questi politici assassini della mia gente”

Di Maio attacca De Luca Jr:” Questi politici assassini della mia gente”

February 18, 2018

Mentre proseguono le espulsioni per i casi di mancati rimborsi, che proprio oggi vedono coinvolti altri due esponenti M5S, Cariello e Sassi. Ieri dal Teatro stabile di Genova Luigi Di Maio ha sferrato un duro attacco contro il figlio del governatore della Campania Vincenzo De Luca, Roberto De Luca, coinvolto in un’inchiesta per traffico di rifiuti.

Un fiume in piena Di Maio: “La terra dei fuochi esiste per colpa di politici come quelli del Pd e Fi che fanno affari con la criminalità organizzata”, dice dopo aver proiettato una video-inchiesta di Fanpage sulla vicenda. Quando saremo al Governo, inaspriremo la Legge Severino, troppo timida per i politici corrotti”.

«Andremo sotto al Comune di Salerno e chiederemo le dimissioni di questo rifiuto umano». Il leader del M5S, ha parlato anche del caso dei rimborsi dei parlamentari grillini: “Ci hanno fatto migliaia di articoli, abbiamo fatto pulizia all’interno, ma non ne ho letto uno che dica che siamo gli unici ad avere restituito 23 milioni dai nostri stipendi allo Stato”.

La dichiarazione d’accusa di Luigi Di Maio indicando De Luca jr sullo schermo durante l’incontro elettorale, dov’è stato mandato in onda la prima parte della video-inchiesta di Fanpage.it. “Voglio farvi vedere il volto degli assassini politici della mia gente.” L’inquinamento nella terra dei fuochi esiste per colpa dei politici del Pd e di FI che fanno affari con la criminalità”

Incalzando ancora…

“Quando la criminalità organizzata spara, uccide una persona, quando interra rifiuti nella terra dei fuochi, non sappiamo quante generazioni ucciderà. Quando votate questa gente, il Pd e Forza Italia, non solo fate male alla democrazia, ma fate del male a voi stessi, alla vostra salute. Stiamo parlando di politici che prendono tangenti per dare appalti sulla gestione dei rifiuti tossici o nocivi, affidandoli ad aziende che li interrano, non li smaltiscono in modo lecito. Di quei camion ne pagheranno le conseguenze i nostri figli”. Di Maio indica il coinvolgimento di Roberto De Luca, assessore comunale al Bilancio del Comune di Salerno e figlio del governatore campano Vincenzo De Luca. “I bravissimi giornalisti di Fanpage, che si sono infiltrati in un sistema criminale di traffico illecito di rifiuti, hanno beccato il figlio di De Luca che dava indicazioni per una tangente del 15% su un appalto da far vincere agli amici degli amici”.

Continua sotto…

https://www.monitoraggioattivo.com/single-post/2018/02/18/Untitled